Amerigo Vespucci, la nave più bella del mondo alla Barcolana 2018

Nella sua edizione numero 50, la Barcolana è stata omaggiata della presenza dell’Amerigo Vespucci, la celebre nave scuola della Marina Militare. In questo articolo vi sveliamo 8 segreti del più famoso veliero italiano.

E’ l’unità più anziana in servizio nella Marina Militare

Interamente costruita presso il Regio Cantiere Navale di Castellamare di Stabia, è stata varata il 22 febbraio 1931 e poi consegnata alla Regia Marina il 26 maggio 1931.

Aveva una gemella

L’Amerigo Vespucci fu progettata insieme alla gemella Cristoforo Colombo, la quale fu però costruita tre anni prima, e infatti le due imbarcazioni erano praticamente identiche, eccezion fatta per alcune piccole differenze. Il 6 giugno 1931 la Vespucci entrò in servizio come nave scuola e andò ad affiancare la gemella Cristoforo Colombo nelle attività di addestramento. Al termine del secondo conflitto mondiale, la Colombo fu ceduta all’Unione Sovietica come risarcimento dei danni di guerra, con molte polemiche in tutta Italia. Nel 1963 la Colombo, che nel frattempo era stata ribattezzata Dunaj (Danubio), fu in gran parte distrutta a causa di un incendio e venne poi demolita definitivamente nel 1971. La sua gemella, invece, continua a solcare i mari dell’Italia e del mondo.

Non chi comincia ma quel che persevera

Il veliero ha il nobile compito di formare ed addestrare i futuri ufficiali della Marina Militare, come ricorda il suo motto «Non chi comincia ma quel che persevera», ufficializzato nel 1978. Prima di allora, dal 1946 fu on «Saldi nella furia dei venti e degli eventi», mentre ancora prima era “Per la Patria e per il Re”.

Ha portato l’Italia nel mondo

Oltre a solcare il Mediterraneo, ha effettuato numerose campagne di addestramento in Nord Europa, in Atlantico Orientale, in Nord America, in Sud America, ha anche circumnavigato il globo ed è stata coinvolta nelle attività organizzate nel 2003 in occasione dell’America’s Cup in Nuova Zelanda.

E’ la nave più bella del mondo

Nel 1962 incrociò nel Mediterraneo la portaerei statunitense USS Independence. Alla domanda «Chi siete?» il veliero italiano rispose: «Nave scuola Amerigo Vespucci, Marina Militare Italiana». La risposta americana fu «Siete la più bella nave del mondo».
Ancora oggi è impossibile non rimanere incantati. La polena in bronzo dorato raffigura Amerigo Vespucci, mentre i fregi di prora e l’arabesco di poppa sono in legno rivestito di foglia d’oro zecchino.

Il fischietto del nostromo

I comandi delle manovre che devono essere eseguite dai nocchieri vengono impartiti dal nostromo con l’uso del fischietto.

Dal 1931 i nostromi sono stati solamente diciotto e dal 2009 sono ricordati da un’apposita targa a bordo.

E’ una vera star dei mari

Che sia perché incanta le imbarcazioni che incrocia, che sia per le regole di precedenza in mare, la Vespucci viene quasi sempre fatta passare per prima. In mare infatti viene data la precedenza alle imbarcazioni a vela, inoltre è prassi che l’equipaggio della nave più moderna rendano omaggio all’imbarcazione più vecchia.

E’ ambasciatrice UNICEF

L’Amerigo Vespucci è stata insignita del titolo “Ambasciatrice UNICEF” nel 2007 che le riconosce il nobile ruolo di diffondere pace e solidarietà nel mondo. Se avrete la fortuna di poter ammirare l’Amerigo Vespucci, noterete sventolare la bandiera dell’UNICEF.

Please follow and like us:

Lascia un commento